CapitaleMessina interviene sulla vicenda del conflitto sulla attribuzione del diritto di gestione della “Falce” del porto.

“Come ben evidenziato nell’articolo della Gazzetta del Sud di oggi (mercoledì’ 24 giugno 2015 ndr) , non ci interessa di chi è ‘la palla’ … vorremmo solo che si potesse ‘giocare’. Non ci interessa sapere in definitiva chi debba gestire la zona falcata. Ci interessa piuttosto che la città smetta di essere privata di un bene territoriale inestimabile, troppo a lungo violentato e abbandonato al degrado. Si astenga, dunque, l’Amministrazione cittadina dall’instaurare contenziosi giudiziari con l’Autorità portuale, le liti le paga il cittadino, e si agisca invece in sinergia tra istituzioni per riqualificare la zona falcata”.

CapitaleMessina

L’articolo della Gazzetta del Sud di giovedì 25 giugno 2015

Gazzetta del Sud 25 giugno 2015